Gruppo ACSM AGAM
Pubblica amministrazione

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA E POSA DI CALDAIA 17 MWt CON RELATIVO PACKAGE INCLUSA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E PRONTO INTERVENTO PER 60 MESI – SETTORE SPECIALE – CODICE CIG 8214994B7F

Soggetto aggiudicatore: ACSM - AGAM S.p.A.
Oggetto: PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA E POSA DI CALDAIA 17 MWt CON RELATIVO PACKAGE INCLUSA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E PRONTO INTERVENTO PER 60 MESI – SETTORE SPECIALE – CODICE CIG 8214994B7F
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 685.000,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 680.465,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 4.535,00
CIG: 8214994B7F
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: ACQ - ACSM AGAM S.p.A.
Aggiudicatario : Viessmann Engineering Srlu
Data aggiudicazione: 30 aprile 2020 0:00:00
Importo aggiudicazione: € 4.535,00
Data pubblicazione: 24 febbraio 2020 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 12 marzo 2020 12:00:00
Data scadenza: 26 marzo 2020 23:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • 1) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
  • 2) DOCUMENTO DI GARA UNICO EUROPEO ELETTRONICO
  • 3) EVENTUALI DGUE E DOCUMENTI INERENTI IL RICORSO ALL’AVVALIMENTO
  • 4) DICHIARAZIONI INTEGRATIVE DOC. 4
  • 5) GARANZIA PROVVISORIA 13.700
  • 6) EVENTUALI CERTIFICAZIONI PER LA RIDUZIONE DELLA GARANZIA PROVVISORIA
  • 7) EVENTUALE DICHIARAZIONE DI IMPEGNO A RILASCIARE GARANZIA DEFINITIVA
  • 8) DOCUMENTAZIONE ATTESTANTE IL VERSAMENTO DI EURO 70,00 A FAVORE DELL’ANAC
  • 9) DOCUMENTO PASSOE CONCORRENTE ED EVENTUALMENTE IMPRESA AUSILIARIA
  • 10) PER I SOGGETTI ASSOCIATI, EVENTUALE DOCUMENTAZIONE E DICHIARAZIONI ULTERIORI
  • 11) MODULO ATTESTAZIONE DI AVVENUTO SOPRALLUOGO
  • Eventuali documenti integrativi

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

Come da vs disciplinare di gara art. 3.3 “chiarimenti” abbiamo a promuovere la seguente interpellanza:

1) Art. 9.3 comma C pag 10. Essendo la gara aperta al Mercato UE possiamo produrre la documentazione richiesta all'articolo s.d. del disciplinare di gara, relativa alla fornitura eseguita in ambito UE ? Possiamo inoltre allegare le fatture in lingua originale o dobbiamo tradurle in Italiano ?

2) Art. 9.2 comma b pag 10. Essendo la gara aperta al Mercato UE possiamo produrre la documentazione richiesta all'articolo s.d. del disciplinare di gara, relativa alla fornitura eseguita in ambito UE ? Possiamo inoltre allegare i documenti e/o le fatture in lingua originale o dobbiamo tradurre in Italiano ?

3) Art. 9.2 comma b pag 10. Per quanto riguarda il fatturato relativo a caldaie industriali della potenzialità pari o superiore a 10 Mw, che deve essere la media non inferiore ed € 1.200.000,00 IVA Esclusa, visto che nel ns settore industriale appartengono anche le caldaie a biomassa a cippato , possiamo considerare anche questo fatturato medio che appartiene comunque al settore industriale o dobbiamo considerare solamente le caldaie industriali a gas ?

4) In riferimento agli articoli 9.2 comma B e 9.3 comma C a pag 10, chiediamo inoltre se la documentazione prodotta possa essere riferita ad un'altra società del ns gruppo. 

Risposta:

1) si

2)  i documenti e/o le fatture devono essere tradotti in italiano, riportando i valori in euro, considerando i tassi di cambio relativi ai periodi di produzione dei documenti suddetti. I documenti di comprova requisiti dovranno essere prodotti solo dall'aggiudicatario, non in sede di gara

3) si, è possibile

4) no, a meno che vi presentiate in Raggruppamento di imprese, o che la società del Gruppo che possiede i requisiti  sia portata in avvalimento in qualità di ausiliaria, producendo in gara tutti i relativi documenti descritti in Disciplinare

FAQ n. 2

Domanda:

IN RIF. AL PUNTO 9.2 COMMA B) L IL FATTURATO MEDIO RICHIESTO DI € 1.200.000 DEGLI ULTIMI 3 ANNI E' RIFERITO AL FATTURATO DI SOLE CALDAIE SUPERIORI AI 10 MW?

Risposta:

Si, il fatturato medio si riferisce a caldaie industriali superiori ai 10 MW.

FAQ n. 3

Domanda:

Come da vs disciplinare di gara art. 3.3 “chiarimenti” abbiamo a promuovere il seguente quesito riferito al ricorso di Avvalimento:

1. È sufficiente caricare sul portale la scansione del contratto di avvalimento firmato a mano?

2. È sufficiente caricare sul portale la scansione del DGUE dell'impresa affidataria firmato a mano?

3. Sarebbe accettabile un DGUE in lingua inglese in caso di impresa ausiliaria non italiana (ma comunque dell'UE)?

4. Per quanto riguarda i requisiti di cui agli artt. 9.2 lett. b) e 9.3 lett. c) del Disciplinare di Gara, è sufficiente caricare sul portale la scansione degli originali delle fatture e dei certificati?

Risposta:

Premessa:

Si raccomanda quanto previsto alle pagine 22 e 23 del Disciplinare di gara per i contratti di avvalimento, ovvero che nel DGUE del Contraente principale deve essere indicato il ricorso all’avvalimento, e, per quanto riguarda l’ausiliaria il Concorrente principale deve produrre tutti questi documenti:

1)  DGUE di ogni ausiliaria firmato in forma autografa dalla stessa e  contenente le informazioni di cui alla parte II, sezioni A e B, alla parte III, alla parte IV, in relazione ai requisiti oggetto di avvalimento, e alla parte VI;

2)  dichiarazione sostitutiva di cui all’art. 89, comma 1 del Codice, sottoscritta dall’ausiliaria, con la quale quest’ultima si obbliga, verso il Concorrente e verso la Stazione Appaltante, a mettere a disposizione, per tutta la durata dell’appalto, le risorse necessarie di cui è carente il Concorrente;

3)  dichiarazione sostitutiva di cui all’art. 89, comma 7 del Codice sottoscritta dall’ausiliaria con la quale quest’ultima attesta di non partecipare alla gara in proprio o come associata o consorziata;

4)  originale o copia autentica del contratto di avvalimento, in virtù del quale l’ausiliaria si obbliga, nei confronti del Concorrente, a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie, che devono essere dettagliatamente descritte, per tutta la durata dell’appalto. A tal fine il contratto di avvalimento contiene, a pena di nullità, ai sensi dell’art. 89 comma 1 del Codice, la specificazione dei requisiti forniti e delle risorse messe a disposizione dell’ausiliaria;

5)  PASSOE dell’ausiliaria.

Si suggerisce al Concorrente principale di inserire e firmare digitalmente tutti i suddetti documenti nel campo: Eventuali documenti integrativi.

Tutto ciò premesso:

R.1 Il contratto di avvalimento può essere firmato a mano dall’ausiliaria, allegando copia documento di identità del firmatario, ma digitalmente dal Concorrente principale;

R.2 come per il punto precedente

R.3 se il DGUE viene prodotto in lingua inglese, deve essere fornita anche copia tradotta in italiano. I documenti, le certificazioni e gli atti sostitutivi devono essere accompagnati, se redatti in una lingua diversa dall’italiano, da una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo originale dalle autorità diplomatiche o consolari italiane del paese in cui essi sono stati redatti, oppure da un traduttore ufficiale; la produzione di documenti e certificati in lingua straniera equivale alla mancata produzione dei medesimi.

R.4 I documenti di comprova requisiti (fatture e certificati) dovranno essere prodotti solo dall'aggiudicatario, non in sede di gara; in sede di gara occorre solo la dichiarazione di possesso dei requisiti richiesti, nelle forme espresse da Disciplinare

FAQ n. 4

Domanda:

Come da vs disciplinare di gara art. 3.3 “chiarimenti” abbiamo a promuovere il seguente quesito : "La documentazione per i requisiti di cui agli artt. 9.2 e 9.3 Disciplinare di Gara può fare riferimento a vendite e clienti fuori dall'UE?" 

Risposta:

Si, purchè realizzate dal Concorrente principale o ricorrendo ad avvalimento

FAQ n. 5

Domanda:

PUBBLICAZIONE SPECIFICA IN MERITO ALL'ART. 9.2 LETT. B) DEL DISCIPLINARE DI GARA

Risposta:

Con riferimento al requisito di cui all'art. 9.2, lett. b) del Disciplinare di Gara, si  ritiene sufficiente presentare i bilanci  d'esercizio degli ultimi tre esercizi finanziari da cui si ricavi che il fatturato medio annuo per la vendita di caldaie industriali è superiore ad Euro 1.200.000,00